Controllo

Annunci

Meditazione odierna

Noi umani siamo strani,

 non ci godiamo nemmeno la doccia perche’ mentre la facciamo,

con la testa siamo gia’ in ufficio,

mentre prepariamo un caffe’,

 mentalmente lo stiamo gia’ bevendo.

Tutto diventa un mezzo per un fine,

 ma se il fine e’ sempre domani,

come possiamo assaporare veramente la vita?

 

Ciao mondo!!

Welcome to WordPress.com. This is your first post. Edit or delete it and start blogging!

Il cibo è un problema per te?

Il cibo è un problema per te??

HAI MAI DESIDERATO PERDERE 3 , 5, 15 O + KG?

 HAI MAI DESIDERATO DI POTER MANTENERE IL PESO IDEALE UNA VOLTA RAGGIUNTO?

BENVENUTO TRA NOI! TI SEI MAI SENTITO FUORI POSTO COME UN ORFANO SENZA CASA SENZA UN LUOGO A CUI DAVVERO APPARTENERE?

HAI MAI DESIDERATO CHE LA TUA FAMIGLIA FOSSE FUORI O AL LAVORO PER MANGIARE IN SANTA PACE?

TI SEI MAI SVEGLIATO FELICE DI SAPERE CHE IL TUO CIBO PREFERITO TI STAVA ASPETTANDO PER UNA BELLA ABBUFFATA?

HAI MAI GUARDATO UNA STELLATA IN CIELO PENSANDO A QUANTO INSIGNIFICANTE TU FOSSI E A COSA VIVESSI A FARE IN QUESTO MONDO?

HAI MAI CUCINATO, COMPRATO O PREPARATO CIBO PER QUALCUN ALTRO SOLTANTO PER POTERLO POI MANGIARE TUTTO TU E NON DOVERLO DIVIDERE?

SAPPIAMO COME SEI PERCHE’ SIAMO COME TE…

HAI MAI DESIDERATO CHIUDERTI IN CASA SENZA ANDARE A LAVORARE, DOVERTI VESTIRE O PER EVITARE CHE TI SI VEDESSE?

 HAI MAI NASCOSTO CIBO NEL TUO LETTO, NELLA CREDENZA, NEL CESTINO DEI RIFIUTI, NEGLI ARMADI, IN BAGNO, IN MACCHINA, NEL CONGELATORE DI MODO CHE POTESSI POI MANGIARTELO IN SEGRETO?

HAI MAI PROVATO RABBIA, RISENTIMENTO, SCORAMENTO CONTRO DIO, CONTRO IL TUO COMPAGNO, IL TUO DOTTORE, I TUOI GENITORI, AMICI, FIGLI, OCCHIATE DELLE COMMESSE?

IL TUTTO PERCHE’ LORO ERANO MAGRI E VOLEVANO CHE TU DIMAGRISSI E TU TI METTEVI A DIETA PER COMPIACERLI O FARLI STAR ZITTI? HAI MAI DESIDERATO CHE SI MANGIASSERO LE LORO PAROLE E I LORO SGUARDI?

HAI MAI SOSPIRATO NEL BUIO SULLA TUA MISERIA , SUL PERCHE’ NESSUNO TI AMA E TI CAPISCE?

HAI MAI PENSATO CHE DIO ( SE NE ESISTE UNO) ABBIA FATTO IL PIU’ GROSSO ERRORE QUANDO TI HA CREATO?

HAI MAI VOLUTO SEMPLICEMENTE SCOMPARIRE O CONTINUARE A CORRERE SENZA VOLTARTI INDIETRO?

HAI MAI PENSATO CHE IL MONDO INTERO FOSSE UN CASINO E CHE SE SOLO GLI ALTRI AVESSERO VISTO LE COSE DAL TUO PUNTO DI VISTA L’AVREBBERO PIANTATA?

HAI MAI PENSATO CHE COLORO CHE PARLANO DI RECUPERO SIANO FUSI DI TESTA E CHE FORSE LORO SONO MANGIATORI COMPULSIVI

MA TU HAI SOLO UN PICCOLO PROBLEMA DI CUI TI PUOI OCCUPARE DOMANI E CHE FORSE LORO SONO AD UN MORSO DALLA PAZZIA MA CHE TU SEI SOLO UN POCHINO O MOLTO SOVRAPPESO?

HAI MAI DETTO A QUALCUNO QUANTO TU SIA INTELLIGENTE, GRANDIOSO, COMPETENTE E POTENTE, SAPENDO DENTRO CHE NON TI AVREBBERO CREDUTO IN QUANTO TU STESSO NON CI AVRESTI CREDUTO?

 NOI QUI TI ACCETTIAMO. IL PROGRAMMA DEI 12 PASSI DONA A TUTTI IL DONO DELL’ACCETTAZIONE.

NON IMPORTA CHI SEI , DOVE SEI , DA DOVE VIENI O DOVE STAI ANDANDO,

QUI SEI IL BENVENUTO! NON IMPORTA COSA HAI COMBINATO O DOVE HAI FALLITO,

COSA HAI PROVATO O NO, DOVE E CON CHI HAI DORMITO,

CHI HAI AMATO OD ODIATO, TU QUI SEI SICURO DELLA NOSTRA ACCETTAZIONE SOLO PER COME SEI ..

NON PER COME SARESTI SE POTESSI, PER COME TI PLASMERESTI IN COSA GLI ALTRI VORREBBERO CHE TU FOSSI…

SOLO TU PUOI DECIDERE DI COSA HAI BISOGNO NOI TI AIUTERMO A LAVORARE PER I TUOI OBIETTIVI

E QUANDO LI RAGGIUNGERAI NE GIOIREMO INSIEME….

 E QUANDO PERDERAI LA ROTTA TE LO DIREMO….

 PERCHE’ NON SIAMO FALLITI ANCHE SE TALVOLTA FALLIAMO….

TI ABBRACCEREMO VIRTUALMENTE CON AMORE……

E TI STAREMO ACCANTO MENTRE TI MUOVERAI …

NON DOVRAI MAI PIANGERE DA SOLO A MENO CHE TU NON LO VOGLIA…

QUALCHE VOLTA NON SAREMO COME DOVREMMO ESSERE E NON CORRISPONDEREMO ALLE TUE ASPETTATIVE….

ACCETTA ANCHE LE NOSTRE IMPERFEZIONI. AMACI ED AIUTACI NEI NOSTRI SBAGLI……

 NON SIAMO SANTI… SIAMO DISPOSTI A CRESCERE LUNGO LINEE SPIRITUALI..

 LASCIACI GIOIRE ANCHE NEI NOSTRI SFORZI E NELLA CERTEZZA CHE POSSIAMO AVERE UNA CASA SE LO SCEGLIAMO..

BENVENUTO IN RECUPERO, BENVENUTO TRA NOI, A CASA!

http://www.oa.org/

 

la mia salvezza

 

E’ per tutte le persone che mi leggono.. Grazie

Un giorno un’insegnante chiese ai suoi studenti

di fare una lista dei nomi degli altri studenti

nella stanza su dei fogli di carta,
lasciando un pò di spazio sotto ogni nome.
Poi disse loro di pensare la cosa più bella che potevano

dire su ciascuno dei loro compagni di classe e scriverla.
Ci volle tutto il resto dell’ora per finire il lavoro,

ma all’uscita ciascuno degli studenti consegnò il suo foglio.
Quel sabato l’insegnante scrisse il nome di ognuno su un foglio separato,

e vi aggiunse la lista di tutto ciò che gli altri avevano
detto su di lui/lei.

Il lunedì successivo diede ad ogni studente la propria lista. Poco dopo,

l’intera classe stava sorridendo. "Davvero?" sentì sussurrare.
"Non sapevo di contare così tanto per qualcuno!" e

"Non pensavo di piacere tanto agli altri" erano le frasi più pronunciate. Nessuno
parlò più di quei fogli in classe,

e la prof non seppe se i ragazzi l’avessero discussa

dopo le lezioni o con i genitori,

ma non aveva importanza:

 l’esercizio era servito al suo scopo.

Gli studenti erano felici di se stessi e divennero sempre più uniti.

Molti anni più tardi, uno degli studenti venne ucciso in Vietnam

e la sua insegnante partecipò al funerale.

 Non aveva mai visto un
soldato nella bara prima di quel momento:

sembrava così bello e così maturo…
La chiesa era riempita dai suoi amici.

Uno ad uno quelli che lo amavano si avvicinarono alla bara,

 e l’insegnante fu l’ultima a
salutare la salma. Mentre stava lì, uno dei soldati presenti le domandò

"Lei era l’insegnante di matematica di Mark?".
Lei annuì, dopodiché lui le disse "Mark parlava di lei spessissimo"

Dopo il funerale, molti degli ex compagni di classe

di Mark andarono insieme al rinfresco.
I genitori di Mark stavano lì,

ovviamente in attesa di parlare con la sua insegnante.
"Vogliamo mostrarle una cosa", disse il padre,

 estraendo un portafoglio dalla sua tasca.
"Lo hanno trovato nella sua giacca quando venne ucciso.

 Pensiamo che possa riconoscerlo"
Aprendo il portafoglio, estrasse con attenzione due pezzi di carta

che erano stati ovviamente piegati, aperti e ripiegati molte volte.
L’insegnante seppe ancora prima di guardare che quei fogli

erano quelli in cui lei aveva scritto tutti i complimenti che i compagni di
classe di Mark avevano scritto su di lui.
"Grazie mille per averlo fatto", disse la madre di Mark.

 "Come può vedere, Mark lo conservò come un tesoro"

Tutti gli ex compagni di classe di Mark iniziarono ad avvicinarsi.
Charli sorrise timidamente e disse "Io ho ancora la mia lista.

 E’ nel primo cassetto della mia scrivania a casa".
La moglie di Chuck disse che il marito le aveva chiesto di metterla nell’album di nozze,

e Marilyn aggiunse che la sua era conservata nel suo diario.
Poi Vicki, un’altra compagna,

aprì la sua agenda e tirò fuori la sua lista un pò consumata,

mostrandola al gruppo.
"La porto sempre con me,

 penso che tutti l’abbiamo conservata"
In quel momento l’insegnante si sedette e pianse.

Pianse per Mark e per tutti i suoi amici che non l’avrebbero più rivisto.

Ci sono così tante persone al mondo che spesso dimentichiamo

che la vita finirà un giorno o l’altro.

 E non sappiamo quando accadrà.

Perciò dite alle persone che le amate e che vi importa di loro,

che sono speciali e importanti. Diteglielo prima che sia troppo tardi.
E un modo di farlo è: continuare ad inoltrare questo messaggio.

Se non lo invii, avrai perso un’altra bellissima occasione per fare
qualcosa di gentile e carino verso gli altri.
Se lo hai ricevuto, è perché per qualcuno sei importante

e c’è almeno una persona di cui ti importa.
Se sei "troppo occupato" per prenderti questi pochi minuti

sufficienti ad inoltrare il messaggio,

è perché è la PRIMA volta che non fai quelle
piccole cose che farebbero la differenza in una relazione?
A più persone invii questo messaggio,

 migliore sarà la tua relazione con gli altri.
Ricorda, "chi semina raccoglie".

 Quelli che metti nella vita degli altri tornerà a riempire la tua.
Possa il tuo giorno essere fantastico e speciale quanto te!


 

 

 

( Preghiera )

 
 

 

Le tue voglie biologiche non diventano
preghiera solo perchè devi chiedere
a Dio di occuparsene.

Dag Hammarskjold

Per che cosa prego?
Per essere liberata dal dolore?
Per soddisfare dei miei desideri,
la realizzazione di ogni mia voglia?
Fa poca differenza ciò per cui prego,
perchè è Dio a disporre;
io non ho voce in capitolo.
Dio mi da ciò di cui ho bisogno,
non ciò che voglio, e risponde alle mie
preghiere in modi sorprendenti,
offrendo soluzioni a problemi di cui
a malapena ero a consapevole,
rimuovendo ossessioni ed eccessi
che non volevo credere di avere.
Dio ha sostituito il risentimento
con la serenità,
la confusione con la guida.
Non ho mai saputo prima per che cosa pregare,
ma nel fare i primi tre passi
ho cercato- e ottenuto-
un modo di vivere libera dall’ossessione del cibo.

PER OGGI

Via via che mi abituo alla preghiera,
essa diventa parte della mia vita.
Prego come mi sento portata a pregare,
sicura che l’amore di Dio mi abbraccia ogni volta.